GASNon sottovalutare mai il risparmio sulle fatture GAS.

Non sottovalutare mai il risparmio sulle fatture GAS.

Durante il mio percorso lavorativo, ho spesso potuto notare che molti consumatori di Gas sottovalutano i risparmi che potrebbero realizzare .

Da esperienza ventennale, posso affermare che le motivazioni sono sempre 2 :

  • Molti Clienti non hanno mai ricevuto una vera consulenza su come ottimizzare i costi  della propria fornitura.
  • Molti Clienti credono che cambiare fornitore possa arrecargli danni.

Risposta alla prima motivazione. Sottovalutare il costo del gas è un errore talvolta molto grave, perchè il peso di ogni singolo centesimo in meno per un solo metro cubo (mc), può assumere un valore in euro molto consistente.

Faccio il mio solito esempio numerico per capirci meglio.

Prendiamo un Cliente con un consumo medio mese di 7000 Smc e che il prezzo praticatogli dal fornitore sia di 20 centesimi per Smc . In un anno consuma pressapoco 84000 Smc e li paga = 84000 x 0,20  =  € 16800,00 . Adesso proviamo a fare la stessa operazione con un prezzo inferiore di 2 centesimi .
84000 x 0,18  =  € 15120,00 .
Come vedi sono bastati soli 2 centesimi per avere un risparmio di € 1680,00 in un solo anno, pari al 10% in meno.

Per me il gioco vale la candela, ma per Te potrebbe anche essere di no. E allora andiamo avanti nell’esempio. Seguimi con attenzione .

Questo stesso Cliente page le Accise Civili ma ha diritto alle Accise Agevolate ( se vuoi saper di più clicca qui ), vediamo quale sarebbe il conteggio di Risparmio e quale la percentuale.
Prendiamo sempre gli stessi valori di sopra:

Smc 84000 x 0,15 (accise civili) = € 12600,00
.
Smc 84000 x 0,012 (accise agevolate) = € 1008,00 ,
Un Risparmio € 11592,00 , pari al 92% in meno .

Scommetto che adesso inizi a vederla come me… 😉
A prescindere da quello che sono i Tuoi consumi e la tua spesa, queste percentuali si possono sicuramente ripetere anche sulla tua fattura, questo è CERTO.

__________________________________________________________

Risposta alla seconda motivazione. Come per l’Energia anche per il Gas vale il principio della non qualità, cioè o lo acquisti da Eni o da altro fornitore, la materia prima non cambia, brucia e riscalda nello stesso identico modo.
Cabine, tubi e contatore restano gli stessi, pertanto anche il cambio di fornitore GAS, resta una mera operazione amministrativa da poter fare senza alcuna preoccupazione.

A conferma di quanto sopra scritto, ti lascio un opuscolino di qualche anno fà, scritto e pubblicato dalla fonte più autorevole del settore: L’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente . Troverai notizie in merito al Gas e all’Energia, anche se qualcosa in termini di tempistiche è cambiato, ma la sostanza è rimasta la stessa.
SCARICA L’OPUSCOLO

A Presto. Ciao..!!
PASQUALE AUTIERO

Categories: GAS Tags: , , , , , ,

 

 Scarica la Facile Guidae tutto ti sarà più chiaro !!

Come Te, tengo moltissimo alla Privacy.
Dopo l’invio riceverai una ulteriore mail di conferma.

Inserisci una mail che
puoi subito controllare

Come Te, tengo moltissimo alla Privacy.
Dopo l’invio riceverai una ulteriore mail di conferma.